"A casa non s'arriva mai, ma dove confluiscono vie amiche, il mondo per un istante sembra casa nostra" (H.Hesse)

lunedì 16 giugno 2014

#7 Flan di piselli e speck per StagioniAMO di giugno


Siamo abituati a consumarli tutto l’anno: conservati in scatola, ma ancora di più surgelati in busta.
Del resto i piselli sono stati tra i primi ortaggi commercializzati in barattoli di latta e tra i primi a essere coltivati prevalentemente per l’industria conserviera.
Talmente abituati che quando in primavera sui banchi del mercato spuntano i baccelli freschi, stentiamo quasi a collegare le due cose.
A pensare che si tratti proprio di loro!
Il colore è sgargiante, così fresco ed estivo che nelle vellutate, o anche in questa ricetta qua, è quasi un peccato mescolarci quel bianco del latte che lo attenua un po’.
Non si direbbe, ma pare ne esistano oltre 250 varietà, tutti però direttamente discendenti dal progenitore Pisum elatius, che pare fosse molto diverso nella morfologia e si presentasse con semi di colore nerastro.
Poiché hanno una minore concentrazione di amido rispetto agli altri legumi, i piselli risultano più digeribili e freschi e sono addirittura indicati nelle diete ipocaloriche (non quelli secchi però che forniscono un apporto calorico di gran lunga maggiore: 300 kcal ogni 100 gr, in confronto alle 80 di quelli freschi!).
L’ideale sarebbe consumarli appena raccolti e sgranarli proprio all’ultimo, poco prima di cuocerli, questo perchè i piselli sono ricchi di zuccheri, che con il passare delle ore si trasformano in amidi, facendo virare il loro sapore dal dolce al farinoso.
E vale davvero la pena riappropriarsi del loro sapore originario, appiattito ormai da scatole di latta e buste di plastica, così come del gesto di sgranare, sormontato da quello ben più comodo e rapido di sollevare una linguetta o aprire un involucro.

@@@@@@@@@@


Ingredienti (per uno stampo di 22 cm di diametro)

500 gr di piselli freschi sgranati (circa 1,3 Kg peso lordo)
100 gr di speck + 3-4 fette per la decorazione
30 gr di parmigiano
1 uovo intero + 1 albume
300 ml di latte (anche a ridotto contenuto di lattosio)
30 gr di fecola
1 fetta di pane integrale
1 scalogno
2 cucchiai di pangrattato
Olioextravergine d’oliva
Sale
Pepe

Procedimento
Tritare lo scalogno e farlo dorare leggermente in una padella con poco olio. Unire i piselli, salare, pepare e coprire con mezzo bicchiere d’acqua tiepida (non di più) facendo cuocere qualche minuto.
Aggiungere lo speck spezzettato

 e lasciare insaporire qualche secondo, quindi mettere via un mestolo di piselli, che serviranno per la decorazione finale.
Unire ai piselli rimasti il latte e, a poco a poco, la fecola continuando a  mescolare. Portare tutto a ebollizione e proseguire la cottura ancora per qualche minuto fino a ottenere un composto denso.

Togliere dal fuoco e lasciare intiepidire, dopodichè unire il parmigiano, la mollica della fetta di pane, l’uovo intero e l’albume e frullare tutto

Versare il composto un uno stampo a ciambella oliato e cosparso di pangrattato, 

quindi sistemarlo in una teglia più grande in cui versare un dito d’acqua. Cuocere dunque a bagnomaria in forno già caldo, a 180° per circa 45 minuti.
Il flan dovrà avere una crosticina leggermente dorata in superficie e aver iniziato a staccarsi dai bordi della teglia.

Una volta sfornato farlo intiepidire, capovolgere il flan su un piatto da portata e servirlo con i piselli rimasti e fette di speck.



Appuntamento lunedì prossimo, 23 giugno,
 nella cucina di Terry, da Crumpets&Co. 
per il dolce....
ovviamente sempre a base di piselli!


16 commenti:

  1. Ciao ho trovato il tuo blog per caso e mi sono aggiunta,mi piace molto bello oltre alle ricette,mi piacciono molto i racconti sui tuoi viaggi,ti seguiro con molto interesse ciao a presto.

    RispondiElimina
  2. Ammazza che sformato pazzesco!!!! deve essere di un buono!!! mm lo ammetto piselli freschi? mai comprati.. grrrr.. son pigrissima.. utilizzo sempre quelli surgelati quando ne ho voglia.. Non lo so perchè in effetti.. smack e buon lunedì:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché è una gran rottura di scatole sgranarli uno per uno, dai su, diciamocelo!!!! E ti confesso una cosa: nemmeno io li compro mai freschi, questo è stato un caso particolare, unico che forse rimarrà pure isolato. Vorrei ma poi è più forte di me, vince sempre la pigrizia e via: dopo le belle parole del post " ritroviamo il gesto di sgranarli ...e via dicendo" ho fatto outing!!!!
      Non sarò mai una food blogger seria!!!
      Grazie caludietta tanti baci buona giornata

      Elimina
  3. Mi gusto il tuo flan dalle acque di San Vito Lo Capo!!!!
    Un secondo da leccarsi i baffi.
    Kiss Amica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no, non se fa così però!!! San Vito lo capo...meraviglia! Godetevela tutta e se per caso ancora non ci aveste fatto una capatina: pasticceria - gelateria artigianale Minaudo...il pistacchio e la mandorla sono da urlo!!!! Naturalmente gustati dentro la brioche!
      Divertiteviiiii!!! E tanti baci

      Elimina
  4. Sei proprio bravissima nel trasformare un ortaggio in un saporitissimo secondo! :)
    QUesto menù è sempre più bello e gustoso! Bravissima dolce Luna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry!!! I non vedo l ora di vedere il dolce, lo sai vero?!
      Buona giornata, tanti baciiii

      Elimina
  5. ohh... adoro chi non rinuncia al forno nemmeno d'estate! anche perché le cose più buone si fanno così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero!!!!! E anzi, io il forno d estate lo uso pire di più perché ho più tempo, e perché mi piacciono i pomodori col riso, le zucchine ripiene, le melanzane gratinate, i peperoni imbottiti....tutta roba che ha bisogno del forno!
      ( bello essere capita!!! <3) baci pills e buona giornata

      Elimina
  6. Un modo davvero sfizioso e appetitoso per sfruttare questo prodotto di stagione, l'abbinamento con lo speck è quello che amo di più quando si tratta di gustare i piselli. Bellissimo flan, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io! Posso fare una piccola concessione giusto all' abbinamento con il gambuccio!
      Grazie mille, tanti bacioni buona giornata!

      Elimina
  7. ECCOMIIIII :) Di corsa come al solito e più ritardataria del solito: mi serve un pezzo del tuo golosissimoo flan per recuperare l'energie! Ammazza, che fame che m'hai fatto venire...corro a urlare a tutti: STAGIONIAMOOOO con Luna! ;) ti abbraccio, compagna d'avventura!

    RispondiElimina
  8. Ciao, ti ho inviato un messaggio, fammi sapere.

    RispondiElimina
  9. Ti ho lasciato un messaggio nella posta, ma non so se è arrivato perchè non mi funziona molto bene internet.
    buona serata
    Paola

    RispondiElimina
  10. ho letto e ti ho risposto, scusami ma ieri non ho proprio aperto la posta.

    RispondiElimina

Grazie della visita, lascia un segno del tuo passaggio, sarò felice di risponderti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...