"A casa non s'arriva mai, ma dove confluiscono vie amiche, il mondo per un istante sembra casa nostra" (H.Hesse)

martedì 23 agosto 2016

Studi sociologici - Tortino di patate, zucchine e cipolle


Il bello dell’estate, a parte il mare, il sole, la pennichella e il cocomero, è vedere le case dei vicini finalmente animate.
Riaperte per l’occasione dopo un lungo inverno di abbandono totale e tirate a lucido per accogliere più ospiti possibile.
Nella villetta accanto alla nostra sono arrivati a stare perfino in 12.
 Più un cane!
Il passatempo preferito dell’amato bene è cercare di indovinare dove e come si sono sistemati per la notte.
Che passi pure per la tavola e dove si mangia in 4 si mangia pure in 25, ma la casa è speculare alla nostra e lo spazio è quello:
Due stanze, un cucinino, un salotto di discrete dimensioni, due bagni e un piccolo giardino.
Via alle scommesse.
È arrivato a ipotizzare che le bimbe più piccole vengano sistemate sui due water e legate con una cintura in modo che non cadano quando sopraggiunge il sonno.
Come in aereo.
Ma no, intervengo io, allora: le due coppie si sistemano ognuna in una stanza.
La coppia più giovane si porta dietro le due gemelline.
Si e dove le mettono che in queste camere c’entra si e no un letto matrimoniale?- obietta lui
Tolgono i comodini e aggiungono un lettino – azzardo pensando alla rete che per tutto l’inverno ho visto abbandonata sul balcone e ora improvvisamente sparita.
(Sul quale magari dormono in due, una da capo l’altra da piedi).
Rimangono quindi in tutto tre nipoti, un nonno e il cane che si sistemeranno sui vari divani letto-sacchi a pelo-brandine dislocati in salotto.
ma…niente me ne mancano comunque sempre due, che davvero non saprei in quale anfratto pensare di collocare.
Non meglio identificati esseri di genere maschili, sulla ventina, che si ipotizzava potessero essere i fidanzati delle nipoti più grandi fino a  quando li abbiamo sentiti invocare zio, zia e nonno, identificandoli quindi come altrettanti nipoti.
‘ndo se metteranno?
ma soprattutto
quanti so'?
Per fortuna, all'interno della tribù, sono tutti abbastanza educati e a loro modo contenuti.
A parte la passione di una delle mamme per Claudio Baglioni e i suoi improvvisati karaoke a ugole spiegate.
A parte il cane che abbaia ogni qualvolta si alza una folatina di vento unendosi al coro di voci (senza riuscire a sovrastarlo).
A parte che dalle 19 in poi c’è la processione a farsi la doccia (in giardino) con conseguenti schiamazzi, scie odorose di saponi e bagnoschiuma, via vai di phon, asciugamani, mutande, ciabatte e cotton fioc oltre la siepe. 
Pratica che, vista l’affluenza di gente, si protrae fino a ben oltre le ore 21.
A parte che il sabato sera invitano altra gente e ordinano le pizze e alla fine pure in giardino signori miei, solo posti in piedi.
E niente, il bello dell’estate è anche questo. 
Che prima o poi finisce.

@@@@@@@@@@


Un esperimento, un tentativo sulla scia di quello invernale a base di zucca. Talmente riuscito che perfino mio fratello, che non mangia zucchine, se ne è prese due porzioni!
Ho fatto un errore madornale di cui mi sono resa conto troppo tardi (ma facilmente ovviabile): ho messo i pistacchi (interi) prima di infornare la teglia e quelli si sono giustamente semi-carbonizzati. Ma per fortuna ho potuto rimediare avendone messi da parte una bella manciata. E siccome i pistacchi sopra ci stanno veramente bene, il consiglio è quello di tritarli e metterli sul tortino solo una volta sfornato ;-)


Ingredienti (per 6-8 persone)
5 zucchine romanesche
2 patate grandi
2 cipolle bianche
50 gr di pecorino romano
1 mazzetto di basilico
2 manciate generose di pistacchi
Pangrattato (io di farro ottenuto da pane raffermo tostato in forno e tritato)
Olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe (facoltativo)

Procedimento
Tagliare le patate e le cipolle a fette molto sottili; le zucchine un po’ più spesse.
Ungere una teglia e riempirla a strati in questo modo:
patate/sale
cipolle/sale
zucchine/pecorino/abbondante basilico tritato/olio



proseguendo in questo modo fino a esaurimento degli ingredienti (o quando si arriva la bordo della teglia…).
Terminare con uno strato di patate e cospargerlo di pangrattato.

Completare con un giro di olio e  infornare a 180° per circa 30 minuti o fino a quando inserendo una forchetta nel tortino questa non incontrerà resistenza.
Una volta fuori dal forno spolverizzare il tortino con la granella di pistacchi e lasciare raffreddare completamente prima di servirlo.





14 commenti:

  1. Veramente bellissimo e goloso il tuo tortino....stupendo il tuo stile di lettura, mi oiace proprio tanto, bravissima!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Cristina! Sono davvero felice del tuo riscontro! Un bacione

      Elimina
  2. capisco benissimo tuo fratello, io ne avrei prese anche tre di porzioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici! Io adoro la cipolla!! Lo rifarò presto😉

      Elimina
  3. Ma sono pazzissimi i vostri vicini!!!! non se pò sentì che si lavano in giardino.. ahahaah ma davvero stanno in 12 in una casetta piccola? ahahaahahah.. vabbè va.. io vengo a trovarti va.. così mi fai assaggiare il tortino.. mi pare sia buonissimo!!! :-*
    ps: quand'è che partite?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti aspetto molto volentieri!!!
      Partiamo dopodomani, Cla.
      Bacioni grandi!!

      Elimina
  4. Anche intorno a casa mia ci sono delle abitazioni solo estive e non ti dico da giugno a settembre come si animano le nostre serate "tranquille" in terrazza O_o purtroppo l'educazione è un optional :-(
    Golosissima la tua teglia, seguirò anche il consiglio di non infornare i pistacchi :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però mettilo perché ci stanno benissimo!! Si guarda, quanto a educazione e rapporti di buon vicinato l estate non sono contemplati!grazie Consu un bacio

      Elimina
  5. Mancava giusto giusto il cane!!! Eppure...a volte basta solo organizzarsi!!!
    Bello il tortino..che però dai tuoi dirimpettai non sarebbe bastato!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah no! Dai vicini almeno due teglie per sfamare tutti i commensali cane compreso!! Grazie Mila un bacione!

      Elimina
    2. Ah no! Dai vicini almeno due teglie per sfamare tutti i commensali cane compreso!! Grazie Mila un bacione!

      Elimina
  6. Mi hai fatto morire con le vostre ipotesi...secondo me dovreste indagare di persona, magari offrendo un paio di teglie di questo strepitoso tortino come scusa :-D ovviamente scherzo! Ma mi piace troppo questa delizia piena di ortaggi...adoro le zucchine e me ne divorerei con piacere una bella porzione ;-) un abbraccio dolce Luna!

    RispondiElimina

Grazie della visita, lascia un segno del tuo passaggio, sarò felice di risponderti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...